0 0
Carrè di capriolo su tagliata di cipolle di Certaldo

Condividere sui social network:

Oppure si puoi condividere questa URL

Ingredienti

1kg Carrè di capriolo
100 gr Strutto
500 cl Vernaccia di San Gimignano
Qualche foglia Alloro
2 rametti rosmarino
2 spicchi medi Aglio
700 gr Cipolle Dop di Certaldo
q.b. Olio Extra Vergine d’Oliva
q.b. Sale e pepe

Carrè di capriolo su tagliata di cipolle di Certaldo

Un piatto della tradizione senese, fatto con prodotti esclusivamente del territorio

  • 2 ore e 50 minuti
  • Dosi 4
  • Medio

Presentazione

Vi sveliamo una ricetta tipica senese della tradizione, fatto con prodotti esclusivamente del territorio, come la Vernaccia Docg di San Gimignano, l’Olio Extravergine e le cipolle Dop di Certaldo e le spezie del nostro orto.

Leggi gli articoli sul ristorante:

(Visite 461 volte, 1 visite oggi)

Fasi

1
Fase
2 ore

Lasciate marinare il Carrè di capriolo nella Vernaccia di San Gimignano insieme a qualche foglia di alloro, al rosmarino e alla salvia per almeno due ore.

2
Fase

Finita la marinatura cominciate a scaldare un tegame di grandi dimensioni e fate soffriggere a fuoco lento il battuto a base di aglio, alloro e rosmarino. Contemporaneamente preriscaldate il forno a 220 gradi, vi servirà per la seconda fase della cottura.

3
Fase

Nel mentre il battuto soffrigge, asciugate il Carrè e poi massaggiatelo con lo strutto fino ad averlo ricoperto del tutto.

4
Fase
15 minuti

Adagiate poi il Carrè nel tegame, e a fuoco medio cuocetelo per 15 minuti bagnandolo con il vino in cui lo avete marinato. Fatelo rosolare bene da ambo i lati.

5
Fase
10 minuti

Dopo i primi 15 minuti di cottura mettere il tegame nel forno e lasciatelo cuocere per circa 10 minuti.

6
Fase

Finita la cottura mettete da parte il sughetto rilasciato durante la cottura; se è grumoso frullatelo fino ad ottenere una salsa morbida e delicata.

7
Fase

Prendete poi un altro tegame e versateci dell'olio, possibilmente di provenienza toscana. Tagliate poi le cipolle e, quando l'olio è caldo, mettetele a soffriggere bagnandole con un po' di Vernaccia di San Gimignano.
Aggiungete sale e pepe quanto basta.

8
Fase

Evaporato il vino coprite il tegame con un coperchio e lasciate appassire le cipolle.

9
Fase

Presentazione

Prendete un piatto grande e adagiate le cipolle ancora calde sul piatto.
Affettate il Carrè che al suo interno apparirà rosato e poi adagiatelo sul letto di cipolle
Infine versate la salsa sulla carne e, come tocco finale, aggiungete un filo di olio a crudo

Gallo Nero

Le allegre chiacchiere dei commensali, che si sentono appena varcata la soglia di questo ristorante tipicamente senese, collocato nel centro della città, ricordano l'atmosfera familiare di una taverna; nell'aria, già odorosa di buon cibo, si mischiano suggestioni proprie del passato.

Recensioni Ricetta

Non ci sono ancora commenti per questa ricetta, sii il primo a recensirla
precedente
Tagliolini al tartufo
successivo
Capocollo delle feste

Aggiungi il tuo commento